Connect with us

PRO14

PRO12 : CHI SCIUPA E CHI VIENE SCIUPATO

Se c’è qualcuno che questa sera sera deve preoccuparsi seriamente si chiama Phils Davies  che ha toccato il fondo con i suoi Cardiff Blues subendo 9 mete dal forte ma non irresistibile Leinster guidato da un Sexton che poi fa pure un 7/9 al piede a redarguire, non bastasse, la fama del campione dell’altro schieramento, tale Halfpenny (3/4). Così da questa sera i Blues passano dalla parte dei cattivi, un bel segno meno nella differenza punti (-52) un numero di mete complessivamente fatte in questa stagione (11) decisamente inferiori a quelle subite (21). Cardiff sta li al settimo posto in classifica giusto però sopra di uno agli sciuponi del Benetton che di mete ad oggi ne hanno fatte 11 e subite 13 ed hanno una differenza punti a -28. Tutto bello mia cara Treviso ma quando arrivano i momenti salienti che si deve fare il saltino  non ti puoi far trovare così sbatacchiata, perchè a riflettere sulla partita non c’è molto da rimproverare ai veneti. Hanno giocato con maggiore intensità e dominando intere fasi di gioco, sono parsi sufficientemente armoniosi nei vari reparti e, se ne tenga conto, la formazione scesa in campo non era “la solita”. Però alla fine quando contava fare l’ultimo passo verso la parte alta della classifica l’errore di un fondamentale, uno dei tanti di questo tipo che, nel bene e nel male, accompagna la Benetton da inizio stagione, regala agli Warriors una vittoria che non si sarebbero mai aspettati. Prossimo giro dei biancoverdi si chiama Connacht e poi in casa con la inarrestabile, almeno per ora, corazzata Ulster. I pensieri per Smith sono questi perchè, fa bene ripeterlo, Davies sta molto peggio.
HanrahanMunZeb12SB
Non sta bene neanche Gajan il quale ha però dalla sua il repertorio delle sconfitte onorevoli a fargli compagnia. In tutti i casi però  imporre un 3-3- alla fine del primo tempo non serve a nulla se si riesce poi a prendere un 26 a 0 nel secondo. E’ chiaro che davanti c’era la mitica Red Army ma la storia della difesa solida punto e basta mi ricorda la avventura senza costrutto di Mallett il quale, da buon fautore del “primo non prenderle”, finiva sempre per prenderle in maniera esagerata. Il problema, si è visto chiaramente pur nella foschia della diretta streaming che questo bellissimo web continua a regalare, è la totale assenza di capacità offensiva. Con il Munster qualcuno avrebbe accettato  magari di prendere 50 ma farne 25!! Le Zebre sono ultime in classifiche con pieno merito ma hanno un numero di mete subite inferiore al Leinster (22 contro 23) e superiore di solo una ai Blues settimi in classifica. Però fare 5 mete in 6 partite significa non esserci mai stati. Il prossimo futuro delle Zebre si chiama Scarlets, poi il recupero con Ulster e quindi arriva a Parma Cardiff, ahi ahi ahi.
 
Classifica Pro12
Ulster 26 Scarlets 25  Warriors 22 Leinster 22 Munster 19  Ospreys 19 Blues 14   Benetton Treviso 13 Edinburgh 13  Connacht 10 Dragons 9  Zebre 1
.

More in PRO14