Connect with us

QUESTIONE AL TOP

SAN DONA’ SEMPRE PIU’ AL VERTICE, ZANE ANSELL:”LA DIFESA E’ LA BATTAGLIA DA VINCERE”

Corre Dario Schiabel, classe ’97, centro, altra promessa del vivaio biancoceleste. In alto a sinistra Zane Ansell.

Parliamo di San Donà che in Eccellenza ormai è diventata una squadra da battere, una insidia, un pezzo del vertice del nostro massimo Campionato. Lo scorso anno un episodio “sfortunato” impedì a quelli del Piave di arrivare fra i primi quattro con tutte le conseguenze del caso, il campo comunque aveva già raccontato delle sue grandi qualità.

Quest’anno San Donà persa la prima con Viadana ha poi infilato Medicei, Rovigo, Lazio e Mogliano, vittorie ottenute spesso in maniera perentoria, come contro i quotati rossoblù.

Il Rugby San Donà “eccellente” quando va in campo ci mette dentro qualcosa di davvero speciale, perchè ci sono tanti ragazzi del Piave, nati e cresciuti con la maglia biancoceleste, formati al livello più alto dalle grandi competenze tecniche ovali che da sempre sono patrimonio di San Donà… che da queste parti ci viene la lacrimuccia a ricordare quell’urlo “forza fracasso” che era tanto tempo fa.

Zane Ansell, sudafricano del Capo ha 41 anni ma ne ha già passati quasi 15 in Italia, da due anni è il Coach di questo super San Donà e con lui due chiacchiere ci stavano proprio.

Stefano Franceschi:”Zane Ansell, San Donà in Eccellenza viaggia su livelli alti ed ci ha abituato ai colpacci… Quest’anno la tua squadra è un mix efficace di esperienza e gioventù… 

Zane Ansell:” Per  fortuna siamo riusciti a mantenere quasi tutto il gruppo dell’anno scorso aggiungendo solamente alcuni elementi. La nostra idea è di affiancare un giocatore di esperienza e un giovane per ogni ruolo in campo,  cosi “il vecchio” aiuta “il giovane” a crescere e il giovane porta quell’entusiasmo e  voglia di fare in campo che a volta sfugge al meno giovane. Finora sta funzionando molto bene e abbiamo avuto il miglior inizio di stagione di sempre con una media di 30 punti segnati per partita con 18 subiti.

SF:Quale è secondo te il vero leit motiv tecnico dell’attuale campionato di Eccellenza e la chiave più efficace per scardinarlo? 

Zane Ansell:“Il gioco del campionato quest’anno è molto più concentrato sulla difesa e la battaglia per vincere la linea di vantaggio. La chiave per scardinarlo secondo me è di alzare il ritmo in attacco con punti d’incontri veloci e un attacco diretto cosi per far stringere le difese per poi aprire gli spazi al largo.

SF: Zane l’obiettivo stagionale del San Donà è evidente come vedi la concorrenza?

Zane Ansell:” Come abbiamo già dichiarato il nostro obbiettivo minimo è di finire nei primi quattro. Quest’anno lo vedo ancora più difficile perché ci sono 7 squadre che lottano per 4 posti. Dai risultati Petrarca e Calvisano sono leggermente sopra gli altri 5 anche se è ancora troppo presto per dirlo con sicurezza.

SF:” Li abbiamo contati, molte delle migliori prime linee che sono in circolazione sono passate per San Donà, è una vocazione e/o una precisa strategia.

Zane Ansell:Sicuramente lavoriamo bene con i piloni, lo facciamo già dalle giovanili, prestiamo molta attenzione, ma diciamo che la zona di San Donà ha giocatori di una certa statura in abbondanza, sarà forse l’acqua del Piave!”

SF:Torniamo agli “stranieri” in Eccellenza, che cosa vuoi tu da un giocatore straniero che viene chiamato a fare parte di una squadra di questo nostro campionato? 

Zane Ansell:” Dipende molto della necessità della squadra ma sicuramente devono alzare il livello e dare un esempio agli altri. Per me è molto importante che gli stranieri imparino l’italiano velocemente e che si inseriscano subito in squadra perché ci vuole un gruppo unito per avere una squadra vincente.

SF:”Ok Zane, forza Eccellenza …”

Zane Ansell:” Che tutte le squadre continuino a lottare fino alla fine!!”

More in QUESTIONE AL TOP