Connect with us

TOP10

TOP10: ANCORA COLORNO! POI NERI E NEBBIA

Chi è il super outsider del Top10 quest’anno? Se c’era un dubbio (ma non c’era dai… clicca qui e leggi le pagelle a tutte le squadre per le gare di andata) questo si è sciolto nella undicesima giornata appena trascorsa: il “titolo” viene acquisito con gran merito da Colorno.

Fino a qui i colornesi hanno disegnato un percorso di “crescita”, hanno dimostrato i loro limiti e come poterli superare, hanno realizzato un paio di “colpacci” ma non si sono seduti lì sopra. E bello vederli giocare anche se ancora “acerbi” in alcune fasi.

Vincono con le Fiamme Oro confermando che l’andata (vittoria anche lì con 43 punti messi in saccoccia) non era un caso. Adesso a Colorno è giusto ci facciano il pensierino, la quarta posizione ed i Play Off sono alla portata e non ci vorrà molto per capire, a febbraio i ragazzi di Casellato/Frati si vedono a quattr’occhi con Rovigo e Calvisano. Et voilà.

I biancorossi disegnano però con le Fiamme Oro una partita incoerente, dominano per larga parte del primo tempo, sia a livello tecnico che a livello mentale, mettono il sigillo sul punto di incontro e segnano una meta in quattordici. Nel secondo subiscono subiscono il ritorno avversario e si accorgono che non sono ancora capaci di gestire un match , quando riprendono le fila della loro aggressività lo portano a casa. Concreti sulle rack e sempre più specialisti del gioco aperto, svariano da destra a  sinistra compromettendo l’assetto della difesa avversaria. Fatica nelle touche ed ancora troppi falli ma c’è stabilità in ordinata.

Colorno ha dalla sua un dinamismo omogeno in tutti i reparti, una notevole capacità di lettura dell’avversario e una chiave nelle seconde e terze linee. IN questo match pragmatici ed intraprendenti gli ottimi Koffi e quel discolo di Rebussone e poi il MOM Luca Buondonno, top!

Fiamme Oro un po’ troppo statiche e lente subiscono il gioco avversario esibendo una buona difesa ma anche una mancanza di soluzioni in attacco. Rinunciano al punto di incontro per larga parte del match, non giocano la contesa fino in fondo in troppe occasioni. Mennitti Ippolito tiene vivo il match con un 5/5 al piede ma è sotto-utilizzato lì al numero quindici. Il duo Di Marco-Marinaro non è il massimo.  Alle Fiamme manca qualcosa che….

Partita appassionate, vince il migliore.

Viadana invece ci prova ma il muro del Petrarca non è proprio la palestra giusta per fare esperimenti e può al massimo sfruttare l’eccesso di fallosità dei padroni di casa. I gialloneri tradiscono un certo livello di approssimazione ancora presente nelle giocate (una di queste la pagano con una meta avversaria di “rapina”) ma soprattutto non riescono a mettere a frutto una buona velocità complessiva ed una mischia che sa dire la sua. Ottimo Casado Sandri, Staville riesce eccome ad impensierire l’avversario , anche Ribaldi chiude ed “entra” con determinazione. In generale però Viadana è sembrata spesso una Penelope….

Petrarca al Top. Marcato esibisce un’altra formazione ancora, dimostrando che non solo la rosa è profonda e di qualità ma che sa anche anche stare insieme in tutte le combinazioni. Questo match però è stato per certi aspetti “sorprendente”, vedere questo Petrarca appoggiarsi così spesso e bene al gioco dei tre-quarti ha commosso i più.  A tratti “gioco arioso” e di gran spettacolo (ma l’ho scritto davvero?), forse i Neri di Marcato/Jimenez stanno realizzando il salto di qualità. Staremo a vedere. Quel duetto Lyle-Zini fa faville, da sottolineare il fruttuoso moto perpetuo di Galetto, il top di gamma però è Sgarbi. Mediana meno reattiva del solito.

Petrarca Vs Viadana è stata una bella partita. Evviva.

Il Valorugby si fa mettere i bastoni fra le ruote dai Lyons, poi ci ripensa e mette a posto le cose, quindi cala la nebbia … partita sospesa. Le sere di inverno su certi campi può accadere, per quello per giocare la sera una volta si aspettava primavera.

TMO Era prima giornata con questo strumento arbitrale sui campi di Top10. Da queste parti, visto che questo spazio web è stato ispiratore di questa riforma, c’è gran soddisfazione ma si sente anche la necessità di capire bene come sta andando. Per questo verranno riservati ampi spazi a questa cosa, sia qui che sul podcast Rugby County e nella sezione video Black & Tube.

Diciamo subito che far entrare questa innovazione come parte del gioco non sarà una cosa immediata. Intanto un grazie alla classe arbitrale che è parsa generalmente già ben organizzata per la cosa anche se, comprensibile, a volte ridondante di attenzioni al collega in cabina.

(se vuoi restare silenziosamente aggiornato su “Il Nero Il Rugby” iscriviti al canale Telegram cliccando qui  )

 

Peroni Top10 – XI giornata
Valorugby Emilia v Sitav Rugby Lyons – sospesa per nebbia
Petrarca Rugby v Rugby Viadana 1970 29-10 (5-0)
Lazio Rugby 1927 v Femi-CZ Rovigo 17-43 (0-5)
HBS Colorno v Fiamme Oro Rugby 29-28 (4-1)
Rinviata 
Transvecta Calvisano v Mogliano Rugby 1969

Classifica: Petrarca Rugby* punti 47; Valorugby Emilia** 37; Femi-CZ Rovigo** 30; HBS Colorno 29; Transvecta Calvisano** 25; Sitav Rugby Lyons** 21; Fiamme Oro Rugby*** 17; Rugby Viadana* 15; Mogliano Rugby 1969*** 10; Lazio Rugby 1927 5
*partite in meno

More in TOP10