Connect with us

TOP10

TOP10: LA STAGIONE VA, DIAMO IL VOTO AI SINGOLI TEAM

Il campionato si avvia alle fasi finali, i giochi della stagione regolare (vedi questo post, clicca qui) si sono chiusi e, come già fatto gli anni scorsi, da queste parti ci si cimenta nel dare un voto ai singoli team. Vale tutto? Certo che no ma il gioco espresso da ogni team, la posizione raggiunta rispetto a quella attesa, l’atteggiamento sul match ed in generale la regolarità di approccio al campionato, sono cose che si possono comprendere. (ovvio che è stata una annata “strana”, non ci si deve dilungare a ricordarlo).

CALVISANO campionato in gran crescendo. Da quest’anno si vede bene che  il gioco per i bresciani non è più solo una questione di sportellate, si son ben visti anche dei gran tre-quarti. Squadra sempre bella da vedere, troppe volte quest’anno non altrettanto concreta, per questo in campo per larga parte delle giornate va solo abbastanza bene. E’ vero che vince tutte le partite che servono, ne perde qualcuna in più di quelle che doveva, la cosa forse fa parte della maturazione di un team abbastanza nuovo. Arriva alle semifinali abbastanza in quota per la vittoria finale. Tutto bene ma ci sono stati troppi “abbastanza”, Voto: 8

COLORNO il giorno più bello? la vittoria con raddoppio su Piacenza. quello più brutto ed imperdonabile la la più recente sconfitta con la Lazio che, fosse stato un campionato normale, poteva pesare molto di più. Facile vederli in giocar bene, difficile vederli vincere, un team sicuramente valido che non si è ancora staccato dalla categoria inferiore da dove proviene. Troppi errori durante le fasi top del gioco. Voto 5,5

FIAMME ORO i numeri ci sono, i nomi anche, i punti no. Solo 5 vittorie, scarsa posizione di classifica, gioco pesante e per larga parte del campionato decisamente sterile. Una delusione queste Fiamme Oro. Bene il finale di stagione quando arriva addirittura il pareggio con uno dei primi della classe, ma in generale ha preso troppi sberloni su campi nominalmente alla sua portata. Alcune individualità eccellenti  ed un buon spirito di squadra la mantengono a galla. Finisce 30 punti dal quarto posto.  Troppi, voto 5

LAZIO E’ una squadra di un’altra categoria, davvero, purtroppo c’è poco da scherzarci. Bravi davvero tutti che in campo si sono impegnati al massimo ma i loro dirigenti dovevano avere maggior rispetto di questo campionato. Differenza punti -454, media di 40 punti subiti a partita. Basta così. Voto 3

LYONS PIACENZA il gioco c’è ma si vede a sprazzi, c’è della vera genialità in questo team combinata però dentro una montagnola di errori. Bene gli avanti. Team che raccoglie vittorie importanti, fra queste quelle con Viadana e Rovigo, che alzano le sue quotazioni. Un paio di talenti in squadra garantiscono livelli sempre più o meno accettabili, alla fine grande calo.  Giocare con Piacenza però ha sempre provocato veri mal di testa agli avversari. Voto 6,5

MOGLIANO ovvero quelli ai quali manca poco o quasi niente per fare scopa maaa…. sempre ad un passo dal figurone maaaa.  Con   8 vittorie e 9 sconfitte ed un gioco quasi sempre bello da vedere questo team è durissimo in campo da affrontare.  Tanto gli fa portarsi a casa lo scalpo dei campioni (Calvisano) o inaugurare la sagra delle occasioni mancate. Campionato di tutto rispetto soprattutto per l’ affiatamento visto in campo. Voto 7

PETRARCA era quasi tutti  nuovi, era tutto talmente nuovo che tutti pensavano questo dovesse essere un anno di transizione invece i neri sono stati  dirompenti. Benissimo nei derby d’Italia e questo conta tantissimo. Il gioco non è un gran che, delle volte perché a nessuno piace veder giocare uno schiacciasassi altre perché non ci si diverte proprio. Però la concretezza assoluta di questa squadra ne fa la indiscutibile prima in classifica. Gli avanti sempre forti, meno bene i tre-quarti soprattutto perchè tenuti poco in considerazione dagli schemi dei Cocah. Però,  cosa si voleva di più? Voto 9,5

ROVIGO ottima la seconda parte della stagione dove guadagna punti e credibilità. Continua a sforzarsi di piacere quando gioca e spessissimo ci riesce, questo ne fa uno dei team più apprezzabili della stagione.  Grande equilibrio fra avanti e tre-quarti  che nel tempo risolvono anche la confidenza fra loro. Team che insiste nella tecnica di gioco largo, alta velocità e alto rendimento, alto tempo effettivo ma la squadra attraversa a volti tempi lunghi di astinenza da meta. Risolto il problema si piazza meritatamente al secondo posto. Voto 8,5

VALORUGBY mettere insieme tutti quei bravi lì è davvero difficile. Nonostante questo Reggio Emilia fa un ottimo lavoro raggiungendo l’obiettivo di stagione. Si poteva pretendere di più da uno squadrone di questo tipo? Forse sì, ha lo stesso numero di vittorie di chi arriva una posizione avanti ma una differenza punti con un divario abissale. Difesa facile da superare per troppe partite, anche se vinte, ottima comunque la spinta del gioco, certi match li vince perchè “decide” di farlo. Rocciosi ma troppo… nuovi.  Davanti a certe partite però … mah.  Voto 7,5. 

VIADANA Belli ma non impossibili. Ondivaghi, scostanti, lunatici nel corso del campionato.  Una macchina che funziona ma che parte a tratti. Impossibile non pensare che un team così poteva ben figurare anche una posizione più in su, se avesse sempre giocato… come palesemente sa. Un piccolo mistero che si svelerà la prossima stagione. Forse per questo team quest’anno era solo un cantiere. Voto 6,5.

FIR  Ovvero la Federazione, l’organizzatore del campionato. Ma mi faccia un piacere! Voto: 2

Se avete davvero seguito questo bellissimo campionato potete cimentarvi anche voi a dare i voti ai singoli team. Forza Top10 !

 

More in TOP10